Aumento del seno con la mastoplastica additiva

L’intervento chirurgico per l’aumento del seno chiamato mastoplastica additiva riesce a dare maggior volume e migliorare la forma al seno, attraverso l’impianto di protesi mammarie.
Quando si valuta la possibilità di aumentare il seno con la chirurgia estetica, ci si devono raccogliere tutte le informazioni necessarie per intraprendere un percorso chirurgico in tutta sicurezza e conforme al programma di qualità e sicurezza richiesto.


Una questione molto importante da considerare quando si deve affrontare un intervento chirurgico di questo tipo, è la scelta corretta del chirurgo che eseguirà l’operazione. L’ideale che il chirurgo sia uno specialista in chirurgia plastica. Sono numerose le pazienti che per la troppa fretta nella decisione di sottoporsi alla mastoplastica additiva tralasciano l’aspetto della formazione del chirurgo che non ha ricevuto una formazione idonea in chirurgia plastica.
È importante verificare che il medico curante sia certificato dalla società italiana di chirurgia plastica, estetica e ricostruttiva.
Sebbene un chirurgo plastico certificato non possa garantire il 100% buoni risultati e la totale assenza di complicazioni, quella di scegliere un chirurgo con esperienza è indubbiamente l’opzione più sicura per ottenere risultati ottimali e per affrontare complicazioni, qualora si verifichino.

Il chirurgo plastico deve informare il paziente sui diversi tipi di protesi, superficie, profilo, disegno, origine e volumi disponibili. Spiegare quali sono i diversi approcci possibili (incisioni in cui posizionare gli impianti), i vantaggi e gli svantaggi di ciascuno di essi, nonché l’eventuale posizione della protesi (dietro la ghiandola mammaria o dietro il muscolo pettorale).
Sarà in grado di consigliare con criterio estetico per quanto riguarda la dimensione della protesi ottimale per migliorare l’armonia del corpo della paziente, gli esami pre operatori necessari, il tipo di anestesia da utilizzare, le medicazioni e i controlli postoperatori.
Tutto ciò consentirà alla paziente di disporre di informazioni sufficienti per effettuare una scelta adeguata e ottimizzare i risultati.

Altro compito molto importante del chirurgo plastico è quello di consigliare alla candidata paziente di mastoplastica additiva il tipo di protesi più adatto a lei. Questo perchè una donna non è in grado di poter scegliere autonomamente quali protesi siano le migliori nel suo caso.
La scelta degli impianti mammari deve essere decisa di comune accordo con il chirurgo plastico, per questo il rapporto di fiducia è fondamentale perché davvero solo lui può dare il suggerimento giusto.
Generalmente si segue questa regola:
Protesi anatomiche (a goccia ) = risultato al seno più naturale .
Protesi rotonde = seno “americano” , dove per americano s’intende molto grosso, vistoso , grosso e appunto di forma rotonda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *